LA MISTERIOSA “BLAKE” NEL NUOVO SINGOLO DI MICHELE CRISTOFORETTI

L’estate di Michele Cristoforetti si lega al suo nuovo trascinante singolo “Blake” che esce, accompagnato da un videoclip, in tutti gli store digitali.

“Blake”, esce per la label milanese Dream Records, con una produzione Massive Arts Studio di  Milano: le musiche e i testi del brano sono di Michele Cristoforetti con gli arrangiamenti curati da Tommaso Ermolli e Daniele Matera.

Sul significato del testo il musicista trentino racconta; “Questo è uno di quei viaggi senza fermate… Se devo essere sincero è una storia unica! Sapete… se non avessi vissuto questo, probabilmente penserei di aver sognato tutto quanto, ma è tutto vero. Una donna che,  non incontrerò più nel mio cammino: lei è BLAKE e sono qui a presentarvela con una serie di consapevolezze ritrovate, quelle che ti devi scrivere subito, o le dimenticherai dopo pochi minuti. Una sorta di hangover che ti regala una lucidità mai trovata prima”.

In “Blake” Michele Cristoforetti canta: “Nel PROFUMO DELLA NOTTE, tu dirigi I TUOI SILENZI..LA CORNICE DEI TUOI INGANNI scende scale di serpenti..ORA SENTO NEI TUOI FIANCHI, COSA ACCADE NEI TUOI SOGNI…TU CHE LADRA DI DIAMANTI, LASCI CORPI VAGABONDI”.

Gli arrangiamenti che attraversano “Blake” si legano ad una nuova via più sperimentale intrpresa da Michele Cristoforetti nei suoi ultimi singoli: “Nei miei tre brani più recenti prodotti, troviamo un po’ il resoconto delle mie esperienze sonore fatte in questo ultimo anno di produzioni”. Riguardo al videoclip la co – protagonista del video è l’artista Patricia Okwuodu, un grande amica di Michele, la regia, riprese e montaggio del video realizzato da Mose’s Production, è invece di di Andrea Moserle, nello Studio44 di Verona. Le grafiche e fotografia sono state curate da Alessandro Russo- Outfit:Infashionshop di Modena Simon Cracker Milano e Philipp Plein.

“Nei frame che si legano alle note di BLAKE – sottolinea Michele Cristoforetti – ho voluto rappresentare l’immagine di questa esperienza con qualcosa di molto interpretativo:  nessuno storyboard, nessuna linea guida, sul set ci siamo fatti trasportare dalle nostre ispirazioni. Infatti sul set ho avuto bisogno di un impianto audio molto imponente per poter entrare a dovere nel mood per creare un’atmosfera in grado di fondersi alle perfezione a 360° con quel profumo”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...